«

“La storia della vita” di Luigi e Kate Agnelli / mostra

img_20170615_204951

Basilica di Santa Croce

mostra itinerante

 “La storia della vita”

di Luigi e Kate Agnelli
 
Chiostrino Antico e Sala Maddalena
giugno – luglio 2017
Mettere in scena metafore delle più profonde comuni emozioni è quello che hanno fatto Luigi e Kate Agnelli disegnando, con penne pilot su fogli di carta cotone di 1mX70 cm, i loro soggetti per questa mostra itinerante.
Ogni disegno è un vero e proprio ‘capitolo’ della vita che costringe a soffermarsi per diversi minuti. Solo dal vivo è possibile notare tutti i particolari e la grande maestria che si cela dietro ciascuna opera, realizzata direttamente a china, quindi senza disegni preparatori per poter utilizzare penne pilot dalla punta finissima.
Per la prima volta in Santa Croce si espongono le opere di una mostra in un percorso che, dal Chiostrino Antico (XIII sec.), prosegue nella bellissima e suggestiva Sala Maddalena in cui i disegni dei due artisti, che sembrano quasi fluttuare, riprendono nei colori la bella decorazione di questo ambiente (1753, op. Giovanni Vannetti), un tempo sede di una confraternita laicale devota alla santa.
Luigi e Kate Agnelli
Luigi e Kate Agnelli, lui aretino di origini, disegnatore ed artista, lei stimata archeologa inglese, -con esperienza nei reperti di opere lignee di antiche chiese e in Inghilterra responsabile dei beni culturali- , disegnatrice e artista. Le loro opere sono in tutto il mondo. Ben sedicimila visitatori solo ad Assisi dove Luigi e Kate espongono tutti gli anni, tra agosto e settembre, presso la Pinacoteca comunale. Altra tappa fissa  è quella di Cortona dove, in autunno, presso la Chiesa di San Francesco, ottomila sono stati i visitatori che hanno ammirato “La storia della vita”. Dopo un grande successo in Australia dove “La storia della vita ” ha avuto come sponsor il consolato italiano, la mostra sarà il prossimo anno in Nuova Zelanda.
Per chi ancora non ha visto le opere di Luigi e Kate: www.landk.it oppure facebook: Luigi Agnelli.

untitled

La storia della vita: ad un improbabile interlocutore che non parla la nostra lingua raccontiamo, con l’unico linguaggio comprensibile a qualsiasi latitudine, quella che per noi è la vita con i suoi sogni, storie, avventure… . Il nostro improbabile amico, venuto da lontano, ogni volta ha una nuova domanda circa la vita e noi siamo costretti a fare un altro disegno … i lavori rappresentano una risposta… . Ebbene questo è il tema, e tutto parte da un primo lavoro fatto trent’anni fa: la prima risposta a tante domande. Il nome della prima opera era “Storia della vita”, tutto comincia da lì …”.  Luigi Agnelli 

 

img-20170606-wa0010

 

img-20170525-wa0004