«

»

Il Museo Pietro Parigi a Firenze

2L’opera grafica di Pietro Parigi (Settimello, 20 settembre 1892 – Firenze, 5 ottobre 1990) pittore e incisore italiano, insigne xilografo, è raccolta a Firenze nel Museo, o Mostra permanente Pietro Parigi, presso la Basilica di Santa Croce, accanto alla brunelleschiana Cappella de’ Pazzi. La raccolta di tutto questo materiale ha richiesto un impegno di anni a cui si è dedicato con entusiasmo e pazienza il francescano padre Massimiliano Rosito a partire dal 1972.

 

2
Il museo nasce nel 1980 con il consenso e la collaborazione dell’artista e riunisce l’opera grafica prodotta da Parigi in qualità di illustratore (riviste, libri e manifesti) sotto forma di riproduzioni coeve, da matrice originale, e tipografiche. Oltre al prodotto finale, il museo espone anche le matrici da stampa incise, prevalentemente xilografiche, gli strumenti usati dall’artista.
Possiamo individuare scelte stil1istiche e compositive a seconda della committenza ma che sono soprattutto il diretto risultato delle riflessioni sull’arte che Parigi annota su dei quaderni per circa trenta anni (1924-1956).
I personaggi di Parigi sono rappresentati nella loro quotidianità dopo una attenta osservazione della realtà che si tramuta in interpretazione del vero attraverso il vissuto dell’artista, cassa di risonanza della dimensione morale e spirituale della società.
Alcuni pezzi sono stati aggiunti dopo l’inaugurazione ufficiale avvenuta il 25 ottobre 1980, molti altri mancano ancora all’appello, soprattutto nel settore dei legni incisi.
 La visita comprende il  “chiostrino” antico e la cripta dei caduti . 
3
L”ingresso è gratuito per i residenti a Firenze  e nella provincia di Firenze.

 

Per studi, ricerche, attività didattica su Pietro Parigi: Biblioteca di  Santa Croce
5
6
   lunedì-venerdì              (9:30-17:00)

 

 Info: 055/ 244619 
 email: bibliotecasantacroce@gmail.com

 

 

coming-soon-stay-tuned-construction-design_1017-27273