«

Dialogo con Pietro Parigi in Santa Croce

locandina
Lontano dall’adesione passiva a correnti artistiche a lui contemporanee, quali il liberty o il futurismo, Pietro Parigi elabora un linguaggio originale partendo dai grandi maestri della tradizione come Giotto, i giotteschi, Cimabue. Anche per questo motivo a Firenze, i Francescani della Basilica di Santa Croce istituivano  un museo, a lui dedicato, all’interno del Complesso monumentale, al termine di una lunga, e proficua, attività del Maestro come illustratore per molte prestigiose case editrici e istituti culturali.
Oggi dell’opera grafica di Pietro Parigi, già oggetto di ampi esaustivi studi, è in corso una descrizione analitica, originata da una collaborazione tra Biblioteca di Santa Croce  -Basilica di Santa Croce Firenze- e Istituto d’istruzione superiore Alberti-Dante di Firenze, Liceo Artistico, per agevolare in futuro il migliore godimento della raccolta del Museo.
Intanto, fino al 27 settembre 2019 – da lunedì a venerdì – con la mostra «Il ‘brigante’ Fra Diavolo: dialogo con Pietro Parigi in Santa Croce», allestita nella Biblioteca di Santa Croce, sala di lettura, giacché ambiente appropriato a ospitarla, è possibile approfondire la conoscenza di un ciclo di illustrazioni realizzate dal Maestro per il romanzo storico «Fra Diavolo»  di Piero Bargellini che, nel 1932, si propose di togliere celebre “brigante-militare” dalla leggenda (per la editrice Vallecchi).
Il «fallimento dell’istinto non sublimato dalla Grazia» , così Bargellini vede il personaggio che lo spinge a mantenere sempre nelle pagine del suo romanzo un alto tono di pietà. Ispirata anche al modo di rappresentare il ‘suo’ Fra Diavolo, la mostra intende far  ‘dialogare’ ventidue nuove xilografie per il romanzo, realizzate da valenti studenti del Liceo Artistico, con quelle del maestro Parigi, tirate dai legni originali ed esposte per l’occasione.
Alcune lettere del Maestro, documenti e fotografie d’epoca, rimandano al testo di Bargellini, alle sue belle illustrazioni (realizzate, di proposito, con uno stile “scheggiato”), all’ambito culturale generato dall’elaborazione della figura del ‘brigante’ più famoso della storia.

 

entrata

Transetto destro della Basilica

 (o “Corridoio di sacrestia)”

Biblioteca di Santa Croce, sala di lettura
Giugno-settembre 2019  (lunedì-venerdì)